Bookmark and Share

Trustrank

Il Trustrank è ufficiale!,

Da tempo si sente parlare di Pagerank e Trustrank, sui blog si legge di tutto, cerchiamo di fare chiarezza:

Il Pagerank: Algoritmo di pertinenza delle pagine web, è un valore logaritmico che viene riportato in una scala che va da 0 a 10, ed è funzione "esclusivamente" del link in ingresso nella pagina e dei link in uscita tramite l'algoritmo :

PR[A]=(1 - d) + dleft (frac{PR[T1]}{C[T1]} + ... + frac{PR[Tn]}{C[Tn]}
ight )

Dove:

  • PR[A] è il valore di PageRank della pagina A che vogliamo calcolare
  • T1...Tn sono le pagine che contengono almeno un link verso A
  • PR[T1] ... PR[Tn] sono i valori di PageRank delle pagine T1 ... Tn
  • C[T1] ... C[Tn] sono il numero complessivo di link contenuti nella pagina che offre il link
  • d (damping factor) è un fattore deciso da Google e che nella documentazione originale assume valore 0,85. Può essere aggiustato da Google per decidere la percentuale di PageRank che deve transitare da una pagina all'altra e il valore di PageRank minimo attribuito ad ogni pagina in archivio.

(fonte: wikipedia)

Il Trustrank è qualche cosa di più, perchè valuta più approfonditamente il tipo di link che la pagina riceve e da dove proviene il link stesso.
Il principio è semplice, se la pagina A è ottimizzata per la parola Trustrank, e riceve link da siti che contengono la parola Trustrank o addirittura immagini con tag Alt="trustrank", è ovvio che non potra avere il solito peso se recevesse un link da una pagina che non contiene la parola Trustrank e che magari parla di carburanti!

Giustamente Google cerca di analizzare le situazioni che statisticamente rispecchiano la realtà, anche perchè l'introduzione del pagerank ha scatenato una malattia e un uso smodato di scambio link o addirittura la compravendita di links che rischiano di sporcare internet e riempirlo di inutile SPAM.

Quali sono i principi del Trustrank:

Si introduce il concetto di bontà della pagina, ovvero, statisticamente se una pagina contiene tanti links che puntano a siti completamente diversi con temi completamente diversi, è statisticamente probabile che non sia una pagina buona e che contenga link spammosi o di persone che fanno scambio link per acquisire posizionamento nei MDR, al contrario se una pagina contiene pochi link e a siti della stessa natura è più probabile che sia "buona".

Vi siete mai chiesti come faccia Google a mettere le pubblicità tematiche tramite AdSense nel vostro sito o addirittura in gmail?

Beh, li sta la potenza di questo colosso, in qualche modo cataloga i temi e le categorie che sono presenti nella rete, cerca sinonimi e parole "confermative", nel senso che la parola "pesca", se è presente in un contesto dove sono presenti la parola "frutta" o "pere", viene associata al frutto pesca, mentre se è presente in un contesto dove si parla della parola "mare", "fiume" "triglie", allora viene associata allo "sport pesca", quindi mette le pubblicità in base ai contesti.

Non credo che questo algoritmo sia usato solo per le pubblicità, sarebbe un spreco non usarlo per assegnare tematicità alla pagina.

Come scoprire quali sono le parole che rafforzano la tematicità di una pagina?

Semplice, utilizzate il suggeritore di parole chiave di google e cercate le parole che sono associate alla chiave di ricerca che volete ottimizzare e fate anche qualche test per verificare ciò che io ho testato personalmente sui miei siti.

https://adwords.google.it/select/KeywordToolExternal


  trustrank

Esempio con la ricerca "pesca pera"